18 ott 2017

La memoria della terra. Cimitero minoico di Armeni.



La decisione l'abbiamo presa immediatamente. Mentre eravamo in viaggio verso Plakias, A. alza la mano ed indicando qualcosa con un dito, grida: " Il cimitero minoico a destra! Volete vederlo?". "Certo che vogliamo!", rispondo  incuriosita. In attimo dopo ci ritroviamo già in un piccolo parcheggio. La polvere del terreno si alza improvvisamente per girare intorno alle ruota della macchina e poi cadere di nuovo assonnata. Poco dopo sentiamo un suono dello sbattere. Un inglese che stava lasciando il parcheggio, ha battuto il nostro paraurti.
A. si avvicuna, guarda e agita la mano in segno di non pensarci più. "Vada, vada, non è niente!", dice A. all'uomo inglese e lui, probabilmente sentendo un sollievo, ci fa un saluto e se ne va. 
A. ci guarda e chiude con la battuta: "Insomma, il paraurti servono ad essere urtati."